Post

LA TERRA PROMESSA - 03/11/21 - SoLoMoN

Immagine
Stava accogliendo Keler a braccia aperte, mentre Trùmlin, dall'alto, lo stava calando legato ed imbavagliato. Lo stava accogliendo come avrebbe fatto con un bambino. Solo che Solomon non aveva alcuna intenzione di coccolarlo in braccia facendogli facce buffe, anche perchè la sua attenzione era stata completamente assorbita dalle parole di Mhob. " Merda, un tempisto perfetto! ", fu l'unico pensiero che attraversò la sua mente, mentre, ritraendo le braccia, lasciò che Keler toccasse le sporche assi del pavimento con un leggero tonfo ed un mugolio che provenne da sotto lo straccio che gli tappava la bocca. Stava per dire alla goblin di muoversi e raggiungerlo sul fondo del vecchio mulino quando si accorse che gli occhi gialli della strega lo stavano già fissano dal basso verso l'alto. Sorrise dentro di sè, ma esteriormente mantenne la solita maschera di pietra. Quella piccolina riusciva a volte a sorprenderlo. Poche parole lapidarie, come al solito d'altronde. &q

LA TERRA PROMESSA - 03/11 - mHoB

Immagine
Il suo orso li aveva sentiti arrivare prima di lei, ma anche Mhob non ci mise molto a sentirne la presenza. La sua parte più selvaggia e l'essere cresciuta vicino alla grande foresta avevano senza dubbio influito sulla crescita e lo sviluppo di quelle sue doti innate. Diciamo poi che i tre non fecero proprio di tutto per nascondere la loro presenza, almeno nel momento dell'ingresso nella radura, quando, forse, non si aspettavano di trovare qualcuno accampato nel vecchio mulino in rovina. Ovviamente Mhob non aveva sentito tutta la spiegazione di Keler, per cui non sapeva chi potessero essere quelle persone che stava osservando avvicinarsi, ma ovviamente, dalle movenze e dal loro incedere la cosa non presagiva nulla di buono. L'aspetto, forse avrebbe potuto aiutare, ma alla fine la luna che era alta nel cielo non era così forte da illuminare tutta la zona e fino a quella distanza. E se invece fossero state le guardie di Argasto che erano anche loro sulle tracce del ladro? C&#

LA TERRA PROMESSA - 03/11 - GaMe MaStEr

Immagine
NON GDR Attenzione al cambio di data, è passata la mezzanotte siamo passati ad un nuovo giorno.   GDR "Non lo so... non...so quando arriverà Mal-Rogan..." disse riprendendo a balbettare Keler. Quella domanda da parte di quell'uomo poteva voler dire che era interessato a consegnare lui la pietra come gli era stato richiesto. Sarebbe stato fantastico. L'eccitazione crebbe in lui.  "Di solito non passa una settimana che Mal-Rogan non mandi qualcuno a controllare i vari rifugi, a volte esegue lui di persona le visite. Speravo dunque di non dover attendere troppo tempo qui da solo. Dunque consegnarai tu di persona la Pietra?". Con l'ultima domanda voleva solo sincerarsi che il suo piano fosse tornato sul giusto cammino. Le parole successive di Solomon lo lasciarono letteralmente spiazzato.  Lo volevano portare all'accampamento. Quando poi Trùmlin si avvicinò a lui e gli mise la pesante mano sulla spalla Keler diede letteralmente di matto ed iniziò ad url

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - SoLoMoN

Immagine
Solomon ascoltò con molta attenzione le parole di Keler e le soppesò una ad una.  Tralasciò nel modo più assoluto la parte finale, le cui parole vennero annoverate nella categoria "vaneggiamenti di un folle". Se davvero il suo piano era quello di attendere l'arrivo dei suoi ex-compagni, cosa di cui il barbaro non dubitava, allora questi non avrebbero tardato troppo ad arrivare. Non ce lo vedeva proprio Keler ad attendere all'infinito, con l'inverno alle porte, sperando che arrivasse qualcuno. Evidentemente sapeva qualcosa, sapeva quando sarebbero arrivati, ed era molto meglio per lui cercare di carpire quell'informazione, giusto per evitare ulteriori complicazioni. " Quando arriveranno? Parla! " disse in tono perentorio. Posta la domanda allungò la mano e prese la Pietra del Sole. La sensazioni di piacevole calore avvolse non solo la mano, ma l'intero corpo di Solomon. Fù una sensazione davvero particolare ed inaspettata tanto che il babaro aprì

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - mHoB

Immagine
Osservò con quei suoi occhi giallastri il compagno barbaro arrampicarsi sulla scala con molta agilità e poi scomparire oltre la botola, lassù in alto. Era rimasta sola. Iniziò a guardarsi intorno. La sensazione non era piacevole. Era notte fonda, si trovava in un vecchio mulino dove ogni cosa scricchiolava al minimo contatto o alla prima folata di vento, non c'era una luce che fosse una, se non quella della luna, particolarmente luminosa quella notte.  Fu riportata alla realtà dal gusto che le salì in bocca. Era lo stesso dell'odore di marcio che sentiva quando la mamma le faceva raccogliere i grandi fiori viola che crescono subito oltre il limitare dei primi alberi della foresta del Davokar quando poi se li dimenticava per giorni e giorni nei vasi pieni di acqua marcescente. Era l'ombra. La corruzzione. L'altro lato della medaglia. Lo spirito nero, come era solito chiamarlo il vecchio Arkan. L'uso della magia che Mhob aveva dentro di sè presentava il conto come tut

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - GaMeMaStEr

Immagine
Keler cercò di sostenere lo sguardo indagatore di Solomon, ma non vi riuscì, nell'abbassarlo gli occhi si inumidirono. Si passo l'avanbraccio sinistro sopra il naso per asciugare le lacrime. La sporca camicia che indossava si bagnò leggermente. Dopo aver slegato il lacciuolo che la teneva chiusa, infilò con molta cautela la mano dentro la grossa tasca laterale dei pantaloni. Ne trasse fuori l'oggetto rubato, la Pietra del Sole, scopo della missione del gruppo. Allungò la mano e senza aggiungere una sola parola la tenne nel palmo. Lo sguardo di sconforto era tutto per quella pietra. Per lui doveva essere un simbolo. Una rivincita nei confronti dei membri della banda, che finalmente ne avrebbero apprezzato il valore e le capacità, ed invece ora rappresentava il segno di un'ennesima disfatta. Una di tante inanellate nella sua vita. La Pietra del Sole apparve come un piccola pietra cristallina legata ad una catenella. La pietra emanava una lieve luce di colore giallo aranci

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - SoLoMoN

Immagine
Gli prese quasi un colpo quando vide la freccia del ladro conficcarsi nello spallaccio dell'armatura di Trùmlin.  Vide l'orco perdere la presa e tentennare solo un istante. Trattenne il respiro per pochi attimi, poi la vista del compagno che riprendeva la salita della scala a spron battutto lo rincuorò. Calcolò che avrebbe raggiunto l'occupante della soffitta del vecchio mulino prima che questi avesse potuto ricaricare la sua arma: decise allora di  partire di corsa per dare manforte all'orco. Fece più in fretta che riuscì, sapendo che Trùmlin avrebbe potuto ammazzare quel tizio prima di farlo parlare, a maggior ragione ora che gli aveva lasciato una freccia come ricordo. Arrivato in cima alla scala passò attraverso la botola con un balzo e trovò Trùmlin in piedi davanti a Keler, disteso a terra. Troneggiava sul lago mingherlino. " Ben fatto amico mio. Ora ci penso io. " disse Solomon posando un braccio sulla spalla dell'amico. Era un poco ansimante, perch

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - GaMeMaStEr

Immagine
NON GDR Occorre calcolare come prima cosa l'ordine d'iniziativa. Il primo ad agire sarà senz'altro Trùmlin che da il via all'azione partendo di corsa. Per tutti gli altri occorrerà calcolare l'iniziativa basandosi in prima battuta sul valore di Rapidità, poi su quello di Attenzione e poi ancora lanciando 1d20. Keler - Rapidità 10 - Attenzione 15 - 1d20 7 - 1d20 8 Mhob - Rapidità 9 Bhom - Rapidità 13 Solomon - Rapidità 10 - Attenzione 15 - 1d20 7 - 1d20 12 Ordine iniziativa: Trumlin, Bhom, Solomon, Keler, Mhob Per raggiungere la scala ci vogliono due turni, tenendo conto del fatto che Trùmlin non prenderà la linea più diretta a causa delle macerie e per sviare eventuali attacchi da parte di Keler. Per salire la scala ci vorranno altri due turni, tenendo conto del fatto che l'orco non è certo il più agile tra i tre componenti del gruppo.   GDR Turno 01 Il grande orco partì di corsa verso il suo obbiettivo, la base della scala e da lì in cima fino alla botola. Il c

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - TrUmLiN

Immagine
Ascoltò le parole del compagno piantando i suoi occhi chiari come il ghiaccio in quelli di Solomon. Doveva dunque fare in parte da bersaglio e rischiare la salita, ma sapeva che i compagni lo avrebbero protetto, o almeno avrebbero fatto il possibile. Si fidava dei suoi due amici, dei suoi due compagni di viaggio. Annuì producendo un grugnito di assenso relativamente al piano proposto. L'odore di marcio che proveniva dall'interno era particolarmente forte. Forse proprio dietro l'apertura d'ingresso erano ammassate delle cibarie andate a male. La cosa lo distrasse un poco tanto che non si accorse che la piccola goblin gli si era palesata al fianco ed aveva preso la sua grossa mano. Guardò verso il basso e la sentì minacciarlo se non avesse fatto attenzione. Spostò lo sguardo alla sua grossa mano con quella di Mhob completamente racchiusa all'interno. Sorrise. Doveva molto a quella piccola piantagrane. Avrebbe fatto attenzione. Per dimostrarle che non stava scherzando

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - mHoB

Immagine
GDR La più piccola e mingherlina del gruppo era ancora ansimante per la scarica di adrenalina che gli aveva procurato la corsa perdifiato in groppa a Bhom, ma questo non le impedì di ascoltare le parole di Solomon. Mentre il barbaro parlava i suoi occhi gialli si spotavano da Solomon a Trumlin per chiudere con Bhom e poi riprendere da capo. Annuì ad ogni parola. La fiducia che quell'uomo della foresta del Davokar aveva saputo guadagnarsi era davvero particolare. Al momento nella vita di Mhob, c'era solo Arkan, lo sciamano del suo villaggio, a cui la piccola goblin attribuiva ancora più fiducia rispetto a Solomon. La cosa era davvero curiosa dato che Arkan era lo stato colui che l'aveva introdotta ai misteri della magia e del mondo degli spiriti, quindi era tutt'ora come un padre per Mhob. Quel Solomon aveva saputo a piccoli passi guadagnarsi il rispetto e l'affetto che la piccola Mhob non riservava per nessuno. Mhob non si lasciò distrarre da quel pensiero e con un

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - SoLoMoN

Immagine
GDR Per prima cosa lanciò uno sguardo ai compagni per sincerarsi del loro stato di salute. Volse poi lo sguardo all'interno del vecchio mulino sporgendo per un istante la testa. La prima occhiata gli servì per capire la conformazione del terreno. Ostacoli da superare un pò dappertutto. Una scala da salire. Un'unica via d'accesso. Tanti vantaggi per il difensore quanti svantaggi per l'attaccante. Una seconda occhiata gli servì per capire se l'unica via di accesso era occupata. NON GDR - NOTA DEL GM Qui serve un test tra la furtività di Keler che si deve mantenere nascosto e l'attenzione di Solomon che cerca di osservare con attenzione per cogliere qualche movimento. Si tratta dunque di un test contrapposto, in questo il test sarà: Attenzione di Solomon <- Furtività di Keler Attenzione di Solomon: 15 Furtività di Keler: 11 -> Modificatore -1 Tiro del dado da 20: 9 Il test è superato con successo in quanto 9 è minore di 15-1=14 -> Solomon nota un piccolo b

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - GaMeMaStEr

Immagine
NON GDR Giusto per ricapitolare e per non perdere il filo del discorso, che con il gioco via blog e la sua cronica ed insita lentezza potrebbe anche capitare: Solomon, Trùmlin, Mhob e Bhom sono arrivati illesi ai piedi del vecchio mulino, si trovano proprio davanti alla porta dell'ingresso.  L'interno del mulino in rovina si compone di un pavimento di legno, con diversi calcinacci sparsi un poco ovunque, sebbene ci sia una specie di passaggio, ripulito, proprio nel mezzo del piano terra. I piani superiori sono crollati. Ne rimane traccia in monconi di travi di sostegno che si sono spezzati ed ora rimangono appesi per una parte e tavole di legno sparse un pò ovunque. L'unico piano intatto è l'ultimo ed a collegarlo a terra c'è una lunga scala che si compone di due scale a pioli legate insieme ed appoggiate alla parete opposta rispetto all'ingresso.   L'ambiente odora di marcio. Sicuramente c'è del cibo che sta marcendo da qualche parte o forse qualche ani

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - mHoB

Immagine
Contenta del fatto che le fosse stato affidato un compito importante, anche se il partire per ultima le faceva storcere la bocca perchè sapeva di eccessiva attenzione da parte di Solomon; eccessiva attenzione che avrebbe potuto lasciare il retrogusto della discriminazione di genere. La piccola Mhob però sapeva che non era così, aveva imparato a conoscere bene il barbaro che  in pratica guidava il gruppo. Si muoveva spostando il peso da un piede all'altro, di stare ferma non se ne parlava proprio. Era qualcosa di più forte di lei, come se avesse avuto un sacro fuoco che ardesse dentro che la costringeva all'eterno movimento.  Le tornarono alla mente le parole di Solomon, che pochi minuti prima, esponendo il piano, le aveva detto " Mhob, voi due ve ne starete qui. Dacci cinque minuti di tempo e poi lancia la torcia in direzione del mulino, verso il ruscello. Quello sarà per noi il segnale di partire di corsa. Dopo un poco partirete anche voi due ed userete il ponte per

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - TrUmLiN

Immagine
Scostò diversi arbusti per poter migliorare la propria visuale del piano più alto del vecchio mulino. Il forte odore di vegetazione che lo circondava faceva nascere in lui sensazioni particolari, probabilmente legate alla sua infanzia, che però non ricordava. In particolare era l'odore della resina dei pini che lo attirava. Scostò per un attimo l'attenzione dalla cima ed allungò la mano verso la corteccia dell'albero che aveva al fianco. Passò il grande dito sulla superfice resinosa e lasciando che colasse un poco d'appertutto, aveva una consistenza simile al miele, se lo portò al naso per assaporarne il profumo intenso. Sorrise. Si pulì il dito sul kilt e strinse ancora più forte il suo becco di corvo. Strizzò gli occhi per poter vedere più lontano e li puntò sulla cima di quel vecchio mulino in rovina. Rimase fermo come una grande pietra conficcata a terra. Osservò per un intero minuto. Non percepì alcun movimento. Se c'era qualcuno questo doveva essere particolar

LA TERRA PROMESSA - 02/11/21 - SoLoMoN

Immagine
Era pronto. Era vigile e attento. Il suo sguardo continuava a passare dalla cima della vecchio mulino alla zona di arrivo del sentiero dove Mhob e Bhom erano in attesa e da dove avrebbero dato il segnale.  Aveva calcolato e pianificato tutto quello che poteva.  Suddiviso le zone di attacco e di avvicinamento al vecchio mulino per poter minimizzare la probabilità di venire colpiti tutti, questo ovviamente non annullava la possibilità che qualcuno sarebbe stato colpito. Sempre che lassù ci fosse davvero qualcuno. Non ne era sicuro, ma ovviamente poteva nemmeno sottovalutare la possibile minaccia. Aveva pensato a tutto quello che poteva. Era appostato da circa un minuto, che ovviamente da soli, nella foresta, sembrava essere durato molto più a lungo, quando vide la torcia muoversi. Mhob l'aveva presa in mano. La vide muoversi e poi volare in direzione del vecchio mulino. Il segnale. Aveva pensato a tutto. Accovacciato in attesa del segnale aveva immaginato il proprio pe